Nasce l’Erasmus del Volontariato

Bruxelles. La Commissione Ue ha presentato il Corpo europeo di solidarietà che dovrà mobilitare 100mila giovani entro il 2020

Beda Romano  Il Sole 24 Ore   8 dicembre 2016

erasmus
Calamità naturali, ambiente, sanità, istruzione e assistenza migranti i campi d’attività
La Commissione europea ha presentato ieri l’atteso progetto di Corpo europeo di solidarietà, una iniziativa che ha l’obiettivo di creare maggiore vicinanza tra i govani europei, così come di dare alle generazioni più giovani nuove opportunità e nuove esperienze nel mondo del volontariato. Nel contempo, l’esecutivo comunitario ha illustrato il nuovo programma comunitario ErasmusPro che deve servire a facilitare l’ottenimento di periodi di apprendistato in giro per l’Europa.
Il nuovo Corpo europeo di solidarietà offrirà opportunità di volontariato, di stage o di apprendistato di una durata che potrà andare dai due ai dodici mesi. Il nuovo organismo, che nasce sulla falsariga dell’Esercito della Salvezza, sarà attivo nei campi dell’istruzione, della sanità, dei disastri naturali, della protezione ambientale, dell’integrazione e dell’assistenza degli immigrati e dei rifugiati. L’iniziativa riguarda i giovani che hanno tra i 18 e i 30 anni.
L’obiettivo è che vi siano 100mila partecipanti entro il 2020. «Il Corpo europeo di solidarità – ha spiegato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker –. creerà opportunità per i giovani che hanno voglia di dare un contributo significativo alla società e mostrare solidarietà (…) Ciò è per me l’essenza stessa dell’Unione europea. Ciò che ci lega non sono i Trattati o gli interessi economici o industriali, ma i nostri valori. Coloro che lavorano da volontari vivono i valori europei tutti i giorni».
In buona sostanza, i giovani che aderiranno al nuovo organismo potranno effettuare volontariato oppure approfittare dell’opportunità per ottenere una formazione. Potranno partecipare sia i cittadini europei che gli stranieri che risiedono in uno dei paesi dell’Unione. La registrazione sarà possibile per tutti coloro che hanno almeno 17 anni di età sul portale www.europa.eu/solidarity-corps. La registrazione non comporta l’automatica partecipazione al programma. Una selezione deve avere luogo.
Da un punto di vista economico, l’iniziativa verrà finanziata da poste del bilancio comunitario. I volontari riceveranno un rimborso spese, mentre coloro che faranno un periodo di apprendistato firmeranno un contratto che dovrà prevedere una remunerazione. La partecipazione al programma verrà sancita da un certificato di fine percorso. Organizzazioni non governative potranno diventare partner del nuovo Corpo europeo di solidarietà.
Il nuovo organismo ricorda l’Esercito della Salvezza. Vi sono però differenze. Creato dal pastore metodista William Booth (1829-1912), l’Esercito della Salvezza nacque nel 1865 con una matrice religiosa perché ha l’obiettivo di diffondere il cristianesimo. Per di più, la struttura organizzativa è militare. Ciò detto, anche l’Esercito della Salvezza – come il nuovo Corpo europeo di solidarietà – si basa sul volontariato. Secondo le ultime statistiche, raggruppa circa 1,5 milioni di membri.
Sempre ieri, la Commissione ha anche annunciato di voler facilitare l’ottenimento di stage e di periodi di apprendistato in Europa. Il nuovo programma si chiamerà ErasmusPro, e si affiancherà a Eramus+, che permette agli studenti di trascorrere un periodo di studio in una altra università all’estero.
Bruxelles spera di creare tra il 2017 e il 2020 50mila apprendistati (di un periodo tra i 6 e i 12 mesi). L’obiettivo è di facilitare la mobilità in Europa, oltre che la formazione delle persone.

Articoli simili

Nessun articolo simile trovato..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Please type the characters of this captcha image in the input box

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com