Grillini, cicale e parassiti

Tempo di lettura: < 1 minuto

Lo confesso: da quando ho il lume della ragione, tale da consentirmi un giudizio politico decente, nella temperie dell’ultradecennale discussione sulle riforme istituzionali, ho puntato fisso su una sola Camera, il Senato espresso dalle Autonomie ed un drastico ridimensionamento della pletora parlamentare.

Sono invecchiato accumulando delusioni e frustrazioni, finchè – a pazienza esaurita – è arrivato un refolo di vento a ri-alimentare la speranza…

E cosa mi tocca osservare, tra lo sconcerto ed una incazzatura sempre più feroce che mi assalgono: i grillini, che il Senato (su mandato dei loro elettori) dovrebbero letteralmente bruciarlo, impegnati nell’ostruzionismo ; un paio di noti giornalisti televisivi superpagati  (Mineo-Minzolini) che – secondo la vulgata qualunquista – dovrebbero combattere la casta ed invece capeggiano astiosamente i drappelli di irriducibili del PD e di Forza Italia, il patetico capetto di SEL che denuncia verbosamente l’ennesimo attacco alla democrazia …..

E’ davvero troppo per le mie coronarie; ho un’unica certezza che mi conforta: in ogni caso, il mio voto non lo riceverà alcun senatore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Please type the characters of this captcha image in the input box

Accetto la Privacy Policy