Tempo di lettura: 2 minuti
Umiltà, amicizia, competenza e  la Comunità regionale nel cuore

Quanto  accaduto nell’ultimo lustro in Veneto mostra i sintomi e le insorgenze concrete di un vero e proprio mutamento del processo democratico e di una progressiva marginalizzazione della Regione nell’ambito degli assetti politico-istituzionali e delle scelte strategiche di sviluppo nazionale ed europeo:

a) con l’affermazione  debordante di un Presidente che ha potuto contare sulla sapiente promozione della propria   narrazione attraverso il  consenso servile dei media locali,  ampliato e ‘giustificato’  a dismisura dal contesto pandemico gravemente minaccioso e preoccupante per i cittadini. Il  consenso elettorale ricevuto ne accentuato la preesistente vocazione alla gestione personalistica ed  allo svuotamento della governance e delle funzioni del Consiglio Regionale diventato un luogo di risonanza per campagne propagandistiche e dis-abilitato alla elaborazione di programmi concreti e duraturi.

b) Con l’umiliazione  di un’Opposizione che ha pagato una storica acquiescenza e che si è  liquefatta nel brodo subculturale dell’agenda politica leghista, confermata dall’approccio  dei si critici e dall’incapacità di elaborare una strategia con valori e programmi in grado di rappresentare e legittimare un’alternativa credibile e praticabile per i cittadini veneti.

In ogni caso riteniamo che non  ci sia più il tempo per recriminazioni e colpevolizzazioni su quanti, a vario titolo, in questi anni hanno esercitato la  responsabilità dentro le Istituzioni, regionale e locali,  a nome e per conto delle disarticolate formazioni partitiche dimostratesi poco efficaci nella loro azione e carenti delle competenze  e della   visione necessarie per affrontare i compiti esercitati.

Piuttosto rileviamo la necessità di superare il diffuso e prevalente atteggiamento  di conservazione  mortifera degli status quo e di divisioni determinate da  logiche di appartenenza faziose,  e di procedere a recuperare il consenso  di centinaia di migliaia di elettori disillusi, ma interessati e disponibili alla costruzione di un Progetto politico-culturale inedito, attraente e persuasivo.


Contribuisci con i tuoi valori, la tua esperienza e le tue proposte ad orientarne il percorso

Il sondaggio è promosso da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Please type the characters of this captcha image in the input box

Accetto la Privacy Policy


Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Please type the characters of this captcha image in the input box