SAPELLI DOCET

Tempo di lettura: < 1 minuto

In un libretto da scorrere rapidamente e golosamente Giulio Sapelli, noto prof. Ordinario di storia economica, CHI COMANDA IN ITALIA, sostiene che il potere in Italia ” e’ allo stato gassoso, senza un centro e senza una vertebrazione”.
La sua lettura, contemporanea alla cronaca di questi giorni convulsi con al centro le elezioni Presidenziali, ci da un’immagine folgorante e drammaticamente veritiera della malattia politica del nostro Paese.
Mi limito a citare due giudizi che potrebbero aiutare Bersani e gli altri leader a comprendere expost la trappola in cui si sono cacciati:
1. Oggi (in Italia) il potere di comando ad alto tasso di egemonia e’ profondamente decaduto
2. Tutti comandano per far si’ che nessuno comandi.l’importante non e’ vincere, ma impedire agli altri di vincere. Nella crisi da disgregazione il destino guicciardiniano d’Italia ora e’ innanzi a noi.
L’appello a Napolitano di queste ore e’ allo stesso tempo una drammatica dimostrazione di impotenza del ceto politico, ma nello stesso tempo anche di resipiscenza…
Vien voglia di rivolgere una domanda retorica al prof. Sapelli: non poteva anticipare l’uscita della pubblicazione(18 aprile) per dare ai naviganti un piu’ tempestivo orientamento sulle insidie delle consultazioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

Please type the characters of this captcha image in the input box

Accetto la Privacy Policy